16 settembre 2018

PROCESSIONE CON MARIA VERGINE

conTEminiamoci

 

Canto: Giovane donna

Giovane donna attesa dall’umanità;

un desiderio d’amore e pura libertà,

il Dio lontano è qui, vicino a te,

voce e silenzio annuncio di novità.

Ave Maria, Ave Maria

Dio t’ha prescelta qual madre piena di bellezza

e il suo amore t’avvolgerà con la sua ombra.

Grembo di Dio venuto sulla terra,

tu sarai madre di un uomo nuovo.

Ecco l’ancella che vive della sua parola,

libero il cuore perché l’amore trovi casa.

Ora l’attesa è densa di preghiera,

e l’uomo nuovo è qui, in mezzo a noi.

 

Parole di introduzione

 

Lettura del Vangelo secondo Luca  (1, 46-55)

In quel tempo.

 Maria disse:

“L’anima mia magnifica il Signore

e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l’umiltà della sua serva.

D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente

e Santo è il suo nome;

di generazione in generazione la sua misericordia

per quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio,

ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni,

ha innalzato gli umili;

ha ricolmato di beni gli affamati,

ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo,

ricordandosi della sua misericordia,

come aveva detto ai nostri padri,

per Abramo e la sua discendenza, per sempre”.

 

Avvio della processione

 

Canto: Santa Maria del Cammino

Mentre trascorre la vita solo tu non sei mai;

Santa Maria del cammino sempre sarà con te.

Vieni, o Madre in mezzo a noi, vieni, Maria quaggiù.

Cammineremo insieme a te verso la libertà.

Quando qualcuno ti dice: “Nulla mai cambierà”,

lotta per un mondo nuovo, lotta per la verità!

Lungo la strada la gente chiusa in se stessa va;

offri per primo la mano a chi è vicino a te.

Quando ti senti ormai stanco e sembra inutile andar,

tu vai tracciando un cammino: un altro ti seguirà.

 

Primo momento:
La conTEminazione della Gioia

Maria disse:

“L’anima mia magnifica il Signore

e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore.” (Lc 1,46-47).

 

Maria, dopo aver ricevuto l’annuncio dall’angelo, è corsa da Elisabetta a condividere la gioia di essere stata coinvolta nei progetti di Dio.
La prima reazione alle proposte di Dio è la gioia.
Annunciare il Vangelo significa anzitutto diffondere gioia.
Scopriamo e diffondiamola anche tra noi

 

Padre nostro… Ave Maria… (10 volte) Gloria al Padre…

 

Canto: Amatevi, fratelli

Amatevi, fratelli, come io ho amato voi!
Avrete la mia gioia, che nessuno vi toglierà!
Avremo la sua gioia, che nessuno ci toglierà!

Vi dico queste parole  perché abbiate in voi la gioia.
Sarete miei amici, se l’Amore sarà con noi!
Saremo suoi amici, se l’Amore sarà con noi!

 

Preghiamo insieme e diciamo:

Donaci la tua gioia, Maria.

  • Quando siamo tristi e preoccupati…
  • Quando siamo arrabbiati e delusi…
  • Quando siamo sconfitti e rassegnati…
  • Quando ci sentiamo inutili…
  • Quando la vita diventa insignificante…
  • Quando la paura ci blocca…

 

BANDA

 

Secondo momento:
La conTEminazione della Fede

 

Maria disse:

“Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente

e Santo è il suo nome”. (Lc 1,49)

 

Maria scopre che la potenza di Dio riguarda proprio lei.
Ne rimane coinvolta. La sua fede non è più solamente un sapere che Dio c’è, non è solo un cercare di ingraziarcelo, perché abbiamo bisogno di Lui.
Maria ci insegna a fidarci di Dio e della sua potenza, ad affidare a Lui tutta la nostra vita.

 

Padre nostro… Ave Maria… (10 volte) Gloria al Padre…

 

Canto: Un solo Spirito

Un solo Spirito, un solo battesimo,
un solo Signore Gesù!
Nel segno dell’amore tu sei con noi,
nel nome tuo viviamo fratelli:
nel cuore la speranza che tu ci dai,
la fede che ci unisce cantiamo.

Io sono la vera via e la verità:
amici vi chiamo e sempre sto con voi.
Chi annuncia al fratello suo la fede nel nome mio
davanti al Padre io lo riconoscerò.

 

Preghiamo insieme e diciamo:

Accresci la nostra fede, Maria.

  • Quando facciamo troppo affidamento su noi stessi…
  • Quando la preghiera si svuota di gusto…
  • Quando non sentiamo più l’amore del Padre…
  • Quando tutto ci appare incomprensibile….
  • Quando ci mancano prospettive…
  • Quando la vita ci appare impossibile…

 

BANDA

Terzo momento:
La conTEminazione della Speranza

Maria disse:

Di generazione in generazione la sua misericordia

per quelli che lo temono “. (Lc 1,50)

 

Lo sguardo di Maria si fa ampio.
Ella contempla tutta la storia,
Vi riconosce la presenza e l’azione di Dio.
Può perciò guardare fiduciosamente avanti.
Ci insegna a vivere di speranza,
sapendo che la misericordia del Signore, sarà sempre con noi.

 

Padre nostro… Ave Maria… (10 volte) Gloria al Padre…

 

Canto: Gloria a te, Cristo Gesù

Gloria a te, Cristo Gesù, oggi e sempre tu regnerai!
Gloria a te! Presto verrai: sei speranza solo tu.

Sia lode a te! Pietra angolare, seme nascosto, luce nel buio:
in nessun altro il mondo si salva.
Solo in te pace e unità. Amen! Alleluia!

 

Preghiamo insieme e diciamo:

Noi speriamo in te, Padre della vita.

  • Tu sei l’Eterno, che ci apre la vita…
  • Tu sei l’Onnipotente che sarai sempre con noi…
  • Tu sei la mèta, il fine di tutte le cose…
  • Tu sei il Santo, che vince ogni paura…
  • Tu sei la fonte della misericordia…
  • Tu sei sempre presente e guidi la nostra storia…

 

BANDA

 

Quarto momento:
La conTEminazione della Carità

 Maria disse:

Ha ricolmato di beni gli affamati,

ha rimandato i ricchi a mani vuote “. (Lc 1,53)

 

Maria non fa altro che tradurre nella sua vita la concretezza dell’amore che contempla in Dio.
La sua carità è fatta di gesti concreti.
Come Maria si è fatta “contaminare” dall’amore di Dio, così contamini la nostra vita e la renda operosa nella carità.

 

Padre nostro… Ave Maria… (10 volte) Gloria al Padre…

 

Canto: Dov’è carità e amore

Dov’è carità e amore, qui c’è Dio.

Chi non ama nelle tenebre rimane,
e dall’ombra della morte non risorge,
mentre noi nell’amore camminiamo,
e saremo veri figli della luce.

 

Preghiamo insieme e diciamo:

Insegnaci ad amare, Maria.

  • Di fronte a ogni forma di povertà…
  • Di fronte a chi viene sconfitto e umiliato…
  • Di fronte a chi chiede aiuto…
  • Di fronte a chi cerca un senso alla propria vita…
  • Di fronte a chi non sa di essere amato…
  • Di fronte a chi rifiuta ogni proposta…

 

BANDA

 

Quinto momento:
La conTEminazione della misericordia

 

Maria disse:

Ha soccorso Israele, suo servo,

ricordandosi della sua misericordia”. (Lc 1,54)

 

Maria, leggendo la storia del suo popolo Israele,
riconosce la presenza operante della misericordia divina.
Si accorge che il Signore Dio è sempre stato vicino al misero,
sia al povero che al peccatore, Li ha tenuti sul suo cuore.
Maria ha imparato da Dio la medesima misericordia
e ora le chiediamo di trasmetterla a noi.

 

Padre nostro… Ave Maria… (10 volte) Gloria al Padre…

 

Canto: Salve, Regina (GEN)

Salve Regina, Madre di misericordia.
Vita, dolcezza, speranza nostra salve! Salve Regina! (2v).

A te ricorriamo, esuli figli di Eva.
A te sospiriamo, piangenti in questa valle di lacrime.
Avvocata nostra, volgi a noi gli occhi tuoi,
mostraci dopo questo esilio il frutto del tuo seno, Gesù.

Salve Regina, Madre di misericordia.
clemente, o pia, o dolce Vergine Maria. Salve Regina!
Salve Regina, salve, salve!

 

Preghiamo insieme e diciamo:

Dio di misericordia, rianima il nostro cuore.

  • Siamo bisognosi, anche se vogliamo fare da soli…
  • Siamo poveri, anche se ci crediamo ricchi…
  • Siamo deboli, anche se ci illudiamo di essere forti…
  • Siamo incapaci, anche se pensiamo di poter far tutto…
  • Siamo egoisti, anche se ci illudiamo di amare…
  • Siamo peccatori, anche se ci riteniamo giusti…

 

BANDA

 

Eventuali litanie

 

Ingresso in chiesa

 

Conclusione:

 

Canto: Credo (Fanelli) – libretto al n. 39

Credo, credo, credo che tu sei amore adesso io credo in te.

Credo nella vita che respira nella creazione
palpita nel cuore delle tue creature che esistono per te.
Credo in questa umanità che corre verso grandi mete
come una famiglia che vuole costruire in solidarietà.

Credo, credo, credo che tu sei amore
adesso io credo in te.
Credo, credo, credo che tu sei speranza

adesso io credo in te.

Credo nell’amore che tu hai messo dentro noi
come un fuoco vivo che scalda il nostro cuore e porta novità.
Credo nella libertà che viene dalla tua Parola
e ci fa volare nel cielo infinito per vivere con te.

Crediamo in questa umanità
che lotta per un mondo nuovo
per ridare a tutti la propria dignità e rinascere in te.
(Finale) Adesso io credo in te. (2 v.)

 

 

Oppure

Credo in un solo Dio…

 

Brevi parole di riflessione.

 

Padre nostro…

 

Benedizione

 

Canto: Inno della Visitazione

Un bel dì, pellegrina di fede, missionaria d’amore e speranza,
arca santa di nuova alleanza, la tua casa lasciasti, Maria.
E ostensorio vivente per via, tu portavi ai fratelli Gesù.

Esci ancora di casa, Maria, porta Cristo a chi fede non ha.
E sui figli del pianto, tu, pia, muovi il cuore del Figlio a pietà.

Porta Cristo nei tristi quartieri dove regnano vizio ed insidia,
violenza omicida e perfidia, dove l’uomo è una merce da nulla,
dove è muta, digiuna ogni culla, dove vivere è solo morir.

Porta Cristo ai fratelli dolenti, crocifissi sul letto-calvario.
Cristo-luce dissolva il sipario di chi troppo piagato dispera.
Ogni lacrima scenda sincera Come goccia che lava l’error.

Porta Cristo alle nostre famiglie. Egli estenda nei cuori il suo regno
La tua casa sia fulgido segno per le case di tutti i suoi figli:
le pervada il profumo dei gigli, le rallegri la vita che vien.