ACCAREZZARE IL CONFLITTO

Lunedì 9 settembre ore 21.00
Sala Carlo Maria Martini – Pero

Una pianticella importante da coltivare è quella del pensare. Vogliamo essere una comunità che pensa, che riflette con la propria testa, che ascolta e si confronta, all’interno e all’esterno, e invita a riflettere chiunque incontra.

Ci siamo chiesti come aiutarci a riflettere per essere una presenza stimolante nella nostra realtà, così vistosamente segnata dal conflitto.

Abbiamo pensato a una figura che è già stata presente anni fa a Pero, proponendo con vivacità riflessioni molto utili in campo educativo. È uno psicologo di grande fama, il professor Ezio Aceti.

Ha accettato subito e di buon grado il nostro invito. Alla nostra spiegazione, telefonica, del perché lo volevamo invitare ha risposto proponendo subito – come slogan e titolo del suo intervento – una frase di Papa Francesco “Accarezzare il conflitto”.

La proposta non può che essere interessante.

Sono stato direttore di un centro di Formazione professionale e coordinatore scientifico in centri per disabili gravi. Ho aperto molti sportelli di ascolto psico-pedagogici nelle scuole dell’infanzia, elementari, medie e superiori rivolte a genitori e insegnanti. Ho conseguito il diploma di Magistero in Scienze religiose e da diversi anni mi occupo di formazione come conferenziere per insegnanti, enti, associazioni e per la CEI (Conferenza Episcopale Italiana).

Sono sposato, con due figli e due nipoti adorabili. Ho conseguito la laurea in psicologia a Padova con una tesi sul gruppo come strumento educativo, terapeutico per i bambini e i ragazzi. Mi sono sempre occupato di educazione e psicologia infantile e adolescenziale.

Ho fondato un’associazione Parvus (bambino) con altri psicologici che si occupa di terapie infantili e supporto alla genitorialità. Credo che diffondere la cultura dell’infanzia mediante formazione alla genitorialità sia la risposta ai bisogni educativi contemporanei.

Ha detto Ezio Aceti:

«”Il futuro sarà accarezzare il conflitto”. Questa frase, pronunciata da Papa Francesco in un suo discorso ai responsabili dei movimenti religiosi, illumina in modo straordinario il percorso per una convivenza più umana e autentica. Infatti il binomio accarezzare–conflitto sembra un paradosso, ma rappresenta una intuizione che è propria dello Spirito Santo, in quanto è valida per l’oggi, per il vissuto contemporaneo».

(tratto da: https://www.cittanuova.it/esperto/2017/4/4/come-litigare-bene/)