Comunità pastorale San Giovanni Paolo II

Parrocchia della Visitazione di Maria Vergine – Pero

15 settembre 2019

 

PROCESSIONE

PIANTALA

 

Canto: Giovane donna

Giovane donna attesa dall’umanità;

un desiderio d’amore e pura libertà,

il Dio lontano è qui, vicino a te,

voce e silenzio annuncio di novità.

Ave Maria, Ave Maria

Dio t’ha prescelta qual madre piena di bellezza

e il suo amore t’avvolgerà con la sua ombra.

Grembo di Dio venuto sulla terra,

tu sarai madre di un uomo nuovo.

Ecco l’ancella che vive della sua parola,

libero il cuore perché l’amore trovi casa.

Ora l’attesa è densa di preghiera,

e l’uomo nuovo è qui, in mezzo a noi.

 

Parole di introduzione

 

Lettura del profeta Geremia (1, 9-10)

Il Signore stese la mano e mi toccò la bocca,

e il Signore mi disse:

«Ecco, io metto le mie parole sulla tua bocca.

Vedi, oggi ti do autorità

sopra le nazioni e sopra i regni

per sradicare e demolire,

per distruggere e abbattere,

per edificare e piantare»

Parola di Dio.

 

 

 

 

Avvio della processione

 

 

Canto: Santa Maria del Cammino

 

Mentre trascorre la vita solo tu non sei mai;

Santa Maria del cammino sempre sarà con te.

Vieni, o Madre in mezzo a noi, vieni, Maria quaggiù.

Cammineremo insieme a te verso la libertà.

Quando qualcuno ti dice: “Nulla mai cambierà”,

lotta per un mondo nuovo, lotta per la verità!

Lungo la strada la gente chiusa in se stessa va;

offri per primo la mano a chi è vicino a te.

Quando ti senti ormai stanco e sembra inutile andar,

tu vai tracciando un cammino: un altro ti seguirà.

 

 

Primo momento:

Dio pianta un giardino per noi

 

È scritto nel libro della Genesi:

“Il Signore Dio piantò un giardino in Eden, a oriente, e vi collocò l’uomo che aveva plasmato”.  (Gen 2,8).

 

È anzitutto Dio che pianta. Lui pianta per primo un giardino, perché noi possiamo vivere, incontrarci, accoglierci e stare con Lui.

 

Padre nostro… Ave Maria… (10 volte) Gloria al Padre…

 

Canto: I cieli narrano

 

I cieli narrano la gloria di Dio

e il firmamento annunzia l’opera sua.

Alleluia, alleluia, alleluia, alleluia.

Là pose una tenda per il sole che sorge

è come uno sposo dalla stanza nuziale,

esulta come un prode che corre

con gioia la sua strada.

 

Preghiamo insieme e diciamo:

Benedetto, o Dio, Creatore del cielo e della terra.

  • Tu hai creato il sole, la luna e le stelle…
  • Hai fatto il mondo e tutte le creature…
  • Ci hai donato la vita…
  • Ci hai posto nel mondo
    perché lo coltivassimo e custodissimo…
  • Hai affidato a noi la cura del creato…
  • Ci chiami a vivere e crescere insieme…

 

BANDA

 

Secondo momento:

Dio pianta anche nel deserto

 

Dice il profeta Isaia:

«Nel deserto pianterò cedri, acacie, mirti e ulivi; nella steppa porrò cipressi, olmi e abeti». (Is 41,9)

 

Dio pianta anche nei luoghi più impervi, dove la crescita è difficile. Davvero nulla è impossibile a Dio. E chiede a noi di fare altrettanto, fidandoci di Lui.

 

Padre nostro… Ave Maria… (10 volte) Gloria al Padre…

 

Canto: Lo Spirito di Cristo

 

Lo Spirito di Cristo fa fiorire il deserto,

torna la vita noi diventiamo testimoni di luce.

Lo spirito che Cristo resuscitò,

darà vita ai nostri corpi, corpi mortali

e li renderà

strumenti di salvezza, strumenti di salvezza.

 

Preghiamo insieme e diciamo:

Donaci il tuo Spirito, Signore.

  • Quando cerchiamo vie più facili, ma inconcludenti…
  • Quando siamo stanchi e scoraggiati…
  • Quando ci sentiamo falliti, inutili e incapaci…
  • Quando ci mancano prospettive…
  • Quando la tua proposta ci appare impossibile…
  • Quando vediamo il mondo allontanarsi da te…

 

BANDA

 

Terzo momento:

Dio ci chiama a piantare e lavorare in questo mondo

 

Dice il profeta Ezechiele:

«Così dice il Signore Dio: Quando avrò radunato la casa d’Israele dai popoli in mezzo ai quali è dispersa, io manifesterò in loro la mia santità davanti alle nazioni: abiteranno la loro terra che diedi al mio servo Giacobbe, vi abiteranno tranquilli, costruiranno case e pianteranno vigne; vi abiteranno tranquilli, quando avrò eseguito i miei giudizi su tutti coloro che intorno li disprezzano, e sapranno che io sono il Signore, loro Dio». (Ez 28,25,26)

 

Il profeta Ezechiele, a un popolo sconfitto e distrutto, prospetta un tempo in cui potranno ancora costruire e piantare, come segno di stabilità. È un grande invito a fidarci del Signore, a portare avanti i nostri impegni con serietà e dedizione, confidando nel suo sostegno.

 

Padre nostro… Ave Maria… (10 volte) Gloria al Padre…

 

Canto: Vivere la vita

 

Vivere la vita con le gioie e coi dolori di ogni giorno,

è quello che Dio vuole da te.

Vivere la vita è inabissarsi nell’amore è il tuo destino,

è quello che Dio vuole da te.

Fare insieme agli altri la tua strada verso lui,

correre coi fratelli tuoi…

scoprirai allora il cielo dentro di te, una scia di luce lascerai.

Vivere la vita è l’avventura più stupenda dell’amore,

è quello che Dio vuole da te.

Vivere la vita e generare ogni momento il Paradiso

è quello che Dio vuole da te.

 

Preghiamo insieme e diciamo:

Sei tu la nostra certezza, Signore.

  • In te pianteremo i nostri desideri…
  • Con te costruiremo i tuoi progetti…
  • In te costruiremo un mondo di pace…
  • Con te supereremo tutti gli ostacoli…
  • In te realizzeremo il tuo Regno d’amore…
  • Con te seguiremo la strada che tu ci indichi…

 

BANDA

 

Quarto momento:

Un tempo per ogni cosa

 

Dice Qoelet:

“C’è un tempo per nascere e un tempo per morire, un tempo per piantare e un tempo per sradicare quel che si è piantato”. (Qo 3,2)

 

Il saggio di Israele, con sguardo disincantato, ci invita a considerare l’alternanza di momenti buoni e cattivi. Tutto però trova senso in Dio, perché solo Lui sa dare valore anche ai tempi di fatica e sofferenza. Ogni tempo è tempo di grazia e tempo per amare.

 

Padre nostro… Ave Maria… (10 volte) Gloria al Padre…

 

Canto: Servo per amore

 

Una notte di sudore sulla barca in mezzo al mare,

e mentre il cielo si imbianca già,

tu guardi le tue reti vuote.

Ma la voce che ti chiama un altro mare ti mostrerà,

e sulle rive di ogni cuore le tue reti getterai.

Offri la vita tua come Maria ai piedi della croce, e sarai

servo di ogni uomo, servo per amore,

sacerdote dell’umanità.

 

Preghiamo insieme e diciamo:

Ti seguiremo per sempre, Signore.

  • Nei tempi di impegno e fatica…
  • Nei tempi di aridità e di poca fede…
  • Nei tempi di derisione e persecuzione…
  • Quando ci prospetti nuovi impegni…
  • Quando ci fai incontrare chi ha bisogno…
  • Quando tu ci chiami per collaborare al tuo progetto…

 

BANDA

 

Quinto momento:

Solo Dio fa crescere

 

Dice l’apostolo Paolo:

“Io ho piantato, Apollo ha irrigato, ma era Dio che faceva crescere”. (1Cor 3,6)

 

L’apostolo Paolo ricorda una verità importante, ma spesso dimenticata. Solo Dio fa crescere. A noi il compito di seminare, di piantare, di coltivare, curare… ma la crescita e il progresso di questo mondo, come della nostra vita dipende solo da Lui.

Fidiamoci dunque di Dio che non ci abbandonerà.

 

Padre nostro… Ave Maria… (10 volte) Gloria al Padre…

 

Canto: Cantico dei redenti

 

Il Signore è la mia salvezza e con lui non temo più,

perché ho nel cuore la certezza,

la salvezza è qui con me

Fate conoscere ai popoli tutto quello che Lui ha compiuto

E ricordino per sempre,

ricordino sempre che il suo nome è grande.

 

Preghiamo insieme e diciamo:

Rimani con noi, Signore.

  • Ti affidiamo il nostro impegno quotidiano…
  • Ti affidiamo i nostri fanciulli, i ragazzi e i giovani…
  • Ti affidiamo i nostri progetti
    per far crescere questa porzione di mondo…
  • Ci prendiamo cura dei poveri e degli ultimi…
  • Ci prendiamo cura del tuo Vangelo
    perché sia annunciato a tutti…
  • Ci prendiamo cura di noi stessi,
    per diffondere il tuo amore…

 

BANDA

 

Eventuali litanie

 

Ingresso in chiesa

 

Conclusione:

 

Credo in un solo Dio, Padre onnipotente,

Creatore del cielo e della terra,

di tutte le cose visibili e invisibili.

Credo in un solo Signore, Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio,

nato dal Padre prima di tutti i secoli:

Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero,

generato, non creato, della stessa sostanza del Padre;

per mezzo di lui tutte le cose sono state create.

Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo,

e per opera dello Spirito Santo

si è incarnato nel seno della Vergine Maria

e si è fatto uomo.

Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato,

mori e fu sepolto.

Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture,

è salito al cielo, siede alla destra del Padre.

E di nuovo verrà, nella gloria,

per giudicare i vivi e i morti,

e il suo regno non avrà fine.

Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita,

e procede dal Padre e dal Figlio.

Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato,

e ha parlato per mezzo dei profeti.

Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica.

Professo un solo Battesimo per il perdono dei peccati.

Aspetto la risurrezione dei morti

e la vita del mondo che verrà.

Amen.

 

Brevi parole di riflessione.

 

Padre nostro…

 

Benedizione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Canto: Inno della Visitazione

 

Un bel dì, pellegrina di fede, missionaria d’amore e speranza,

arca santa di nuova alleanza, la tua casa lasciasti, Maria.

E ostensorio vivente per via, tu portavi ai fratelli Gesù.

Esci ancora di casa, Maria, porta Cristo a chi fede non ha.

E sui figli del pianto, tu, pia, muovi il cuore del Figlio a pietà.

Porta Cristo nei tristi quartieri dove regnano vizio ed insidia,

violenza omicida e perfidia, dove l’uomo è una merce da nulla,

dove è muta, digiuna ogni culla, dove vivere è solo morir.

Porta Cristo ai fratelli dolenti, crocifissi sul letto-calvario.

Cristo-luce dissolva il sipario di chi troppo piagato dispera.

Ogni lacrima scenda sincera Come goccia che lava l’error.

Porta Cristo alle nostre famiglie. Egli estenda nei cuori il suo regno
La tua casa sia fulgido segno per le case di tutti i suoi figli:
le pervada il profumo dei gigli, le rallegri la vita che vien.