PREPARIAMO L’ASSEMBLEA
DELLA COMUNITÀ PASTORALE

di mercoledì 20 settembre 2017

 

Tra le cinque linee pastorali che ci siamo proposte come attenzione particolare nel nostro cammino di chiesa, c’era la linea cosiddetta del “noi”.

Abbiamo già spiegato che non dobbiamo intendere questo “noi” in senso esclusivo, in contrapposizione agli altri, a quelli che non credono o che non vengono in chiesa, tanto meno a quelli che vengono da altri paesi o che hanno stili di vita e culture diverse.

L’attenzione al “noi” è piuttosto uno stimolo a custodire e far crescere il nostro essere Chiesa, credenti in Gesù Cristo, testimoni del Vangelo.

Il presupposto è la consapevolezza di non essere migliori.

Noi, comunità di credenti, sappiamo di essere peccatori, spesso ancora più gravemente di tanti altri perché chiamati a una maggior coerenza.

Noi, comunità credenti, siamo però consapevoli di vivere un dono, siamo consapevoli di un Amore che ci investe, ci avvolge.

Noi sappiamo che questo dono è per tutti, credenti e non credenti, buoni o cattivi, miti o prepotenti, onesti o criminali…

Noi ci rendiamo conto che il mondo ha bisogno dell’Amore di Dio, ha bisogno di Vangelo e ha bisogno di Gesù.

Noi siamo chiamati a offrire tale dono a chiunque, fratello o estraneo, amico o nemico, disponibile o precluso alle nostre proposte.

 

Le domande che vogliamo affrontare nell’Assemblea di mercoledì 20 settembre (ore 21.00) servono a capire come possiamo crescere per essere sempre di più capaci di vivere il dono che ci è dato, come essere una comunità viva di credenti.

Nelle nostre parrocchie ci sono già tante proposte. Proviamo a elencarle:

  • la Messa festiva, la Messa feriale,
  • la disponibilità per il sacramento della Riconciliazione,
  • le celebrazioni del Triduo pasquale,
  • le celebrazioni dei battesimi, dei matrimoni, delle esequie,
  • i momenti di preghiera comunitaria (compreso il rosario recitato frequentemente nella nostre chiese),
  • le adorazioni del primo venerdì del mese,
  • le serate di Emmaus (con adorazione personale e possibilità di accostarci al Sacramento della Riconciliazione),
  • le preghiere guidate (come quelle del gruppo del Rinnovamento dello Spirito…),
  • il Corso Biblico, la Scuola della Parola,
  • gli Esercizi spirituali,
  • la visita ai malati con momenti di preghiera e possibilità della Comunione,
  • la visita alle famiglie in occasione del Natale sia da parte dei sacerdoti che dei laici (di questi occorrono sempre nuove disponibilità),
  • i gruppi familiari di ascolto della Parola che vorremmo rilanciare (ne parleremo durante l’Assemblea),

 

Ci possiamo preparare all’Assemblea rispondendo a queste domande:

  • Ci sono iniziative che non sono state elencate o sufficientemente specificate?
  • Quali sono le iniziative che più ci hanno coinvolto
    o comunque aiutato o ci coinvolgono e ci aiutano per essere veramente credenti,
    in cammino e capaci di testimoniare il Vangelo?
  • Quali iniziative non conosciamo?
  • Quali ci sembra di dover correggere e migliorare? Come?
  • Ci possono essere nuove iniziative da suggerire?

 

Mercoledì 20 ci troveremo nella palestra dell’Oratorio di Pero. Dopo una breve presentazione ci divideremo in gruppi, così da favorire gli interventi di tutti e permettere a tutti di esprimersi. Dalla sintesi dei gruppi potremo raccogliere nuove indicazioni perché l’attenzione al “noi” possa crescere ed essere sempre più efficace.

 

don Maurizio